Cagliari in autunno, consigli di viaggio

Primavera o estate… queste sono le stagioni più gettonate per i viaggi di piacere, ma la stagione turistica deve spostarsi anche nei mesi meno scontati, perché in autunno le coste, l’interno e le città regalano momenti preziosi vivibili senza code e senza il caldo afoso di Luglio e Agosto. Abbiamo la fortuna di avere temperature molto più alte rispetto alle altre regioni d’Italia e un territorio che oltre al mare offre una grandissima varietà di cose da scoprire: arte, musica, artigianato, storia, archeologia, tantissima natura incontaminata e un settore eno-gastronomico di tutto rispetto, con tipicità uniche. Creiamo sapori importanti e piatti “impegnativi” da accompagnare a dei vini spettacolari, basti pensare al Cannonau uno dei vini più antichi del Mediterraneo.

Cagliari offre musei, parchi e una spiaggia fruibile tutto l’anno. I cagliaritani usano frequentare la spiaggia anche fuori stagione, durante l’ora della pausa pranzo per staccare dal lavoro e concedersi il tepore del sole anche nei mesi non proprio balneari. Da  noi il colorito è sempre solare! Per chi ama praticare sport all’aperto questa stagione riserva un’infinità di scelte: trekking, surf, running, arrampicata, immersioni e canoa…solo per citarne alcuni.

Se vi piacciono gli spazi naturali poco fuori dalle vie cittadine, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, potete “avventurarvi ” nella salita alla Sella del Diavolo, un esempio di facile fruizione anche per i camminatori meno esperti. L’unica capacità richiesta è di apprezzare la bellezza del panorama. E a proposito di panorami, i punti di “belvedere” di certo non mancano, dal Bastione di San Remy alle terrazze di Castello, da Monte Urpinu al Terrapieno fino al colle di San Michele. La recente installazione della ruota panoramica nel lungomare di fronte al Porto, vi consente di ammirare tutta la città storica, esperienza da vivere sia di giorno che di notte, sempre che le vertigini non siano un problema! Insomma se ci si vuole riempire la vista potete ben scegliere.

Il quartieri storici, Marina, Stampace, Castello e Villanova, sono da percorrere rigorosamente a piedi.  E’ qui che si respira respira l’anima della città, e gli infiniti bar e ristoranti consentono di assaporare la cucina tipica di solito molto apprezzata. Durante le vostre passeggiate vi suggeriamo di assaporare uno dei tanti Street Food che molti locali offrono, dalle Pizzette da passeggio, alla frittura di mare fino al dolce più amato dai cagliaritani, la Sebada.

La sera se apprezzate il genere, si può ascoltare dell’ottima musica Jazz, molto seguita nell’isola, oppure scegliere l’Opera, il Teatro Lirico di Cagliari ogni anno presenta una programmazione esemplare di Lirica e balletto.

Se invece cercate percorsi inconsueti, esistono numerose associazioni che promuovono visite notturne al cimitero monumentale di Bonaria, nelle vie di Castello per sentire i racconti dei fantasmi che lo popolano oppure visite nelle cavità sotterranee della città.

Un modo originale per chi ha poco tempo, è la visita della città comodamente seduti a bordo dell’Ape Calessino, molto apprezzato dai turisti. La scelta dei percorsi è varia e spesso prevedono una tappa per l’avvistamento dei fenicotteri rosa, un  simbolo da queste parti.

Non vi resta che prenotare il volo con una delle tante compagnie low cost che atterrano a Cagliari, qui non troverete i colori autunnali ma un costante azzurro del cielo del mare. E, dulcis in fundo, i cagliaritani e i sardi tutti sono molto ospitali e adorano raccontare e far conoscere la loro amatissima terra.